venerdì 22 gennaio 2010

Delle porte che si chiudono, necessariamente

Ho sempre cercato di tenere questo piccolo, nero blog separato dal resto delle mie attività sulla rete: questo non certo perché volessi nascondere o camuffare alcune particolarità importanti del mio "essere", ma semplicemente perché ho ritenuto doveroso evitare quanto più possibile di gettare in pasto a chiunque fatti, analisi e parole che non tutti avrebbero potuto comprendere.
Per questo lo pseudonimo di Canidia (che mi è divenuto sempre più caro), per questo la mancanza - quasi dappertutto - di link a questo luogo virtuale.

La chiusura del blog al pubblico (selezionati a parte!) è un passo doveroso, necessario.
Poiché, quando dico che un ramo va tagliato, di rado mi rimangio la parola. Poco importa che adesso alcune persone - che hanno dimostrato di preferire ben altri sentieri - adesso vogliano ritornare a casa. Da me riceveranno cortesia (ci vuole un po' di raffinatezza e di superiorità, in questo mondo urlante), ma non più confidenza. Non voglio più che leggano certi pensieri - questi pensieri, che rappresentano la parte più profonda e intatta di ciò che sono.

A tutti gli altri - a coloro che ho invitato e di cui spero di ricevere presto la visita su queste pagine - ben arrivati.

14 commenti:

Aster ha detto...

Ciao! Grazie dell'invito... io i miei blog personali dovrei riprenderli in mano... neanche ricordo più chi poteva leggere o meno, forse uno solo è privato... ma quando ce vo' ce vo', come amo dire... Un bacio!

Canidia ha detto...

E dai, Cri, riaprili, un bel ricambio d'aria e via! :)
E comunque, sì: ci vuole! Qualcuno deve pur mantenere il giusto raziocinio...

Lamia ha detto...

Eccomi qui a rapporto!
Felice di poter continuare a condividere pensieri e voli con te Canidia ;)

selvatici ha detto...

Grazie per la fiducia immeritata. E' un tempo di quelli che bisogna non disperdere energie e parole, tenere care le fratellanze e sorellanze, pensare alto e lasciarsi alle spalle la realtà che non ci appartiene. Buon cammino

Canidia ha detto...

Ben arrivati!!
Hai proprio ragione, Renato: di questi tempi bisogna fare cerchio stretto e tenersi stretti, a vicenda.
E' già una fortuna rara sapere chi e quali sono le persone da radunare intorno al proprio focolare... reale o "a distanza" che sia. E io credo che qui la meritiate tutti, la mia fiducia. Buon cammino a voi! :)

Canidia ha detto...

Lamia, i voli soprattutto! :P

NycteaNoctua ha detto...

Grazie per l'invito, Stria :-)
Un grande abbraccio...

littlewitch ha detto...

Ciao Cara, ti ringrazio del tuo invito, mi consola e mi rende felice sapere che nonostante la mia "latitanza" ancora ci sia un posto x me! ;) thanks! ...e a presto!
prima o poi riusciremo ad incontrarci a caval di scopa, in uno dei tanti voli!

Edera ha detto...

Anche io sono qua per ringraziarti dell'invito, cara Canidia.
Hai perfettamente ragione quando parli di tagliare i rami secchi: a volte èdoloroso, ma va fatto!

Un abbraccio.

Canidia ha detto...

Ben arrivate, Edera e Little! :)

SorNarciso ha detto...

Bastardo gugol, se non si ha l'account anche con lui non mi farà più leggere il tuo blog fra qualche settimana ;(
Tutto si chiude e s'apre per sua mano né

Canidia ha detto...

Per mano di Gugol??????? :P

SorNarciso ha detto...

Non c'avevo pensato XD però a quanto pare è proprio così!!
Google Bifronte..

Canidia ha detto...

Dai, iscriviti! Altrimenti come faccio, senza i tuoi ironici commenti? Diventerebbe tutto troppo serioso! :)

Posta un commento